Passo falso casalingo della Cosenza Pallanuoto che in gara uno play off,

per accedere al massimo campionato femminile perde per 8-6 contro quel WP Napoli Lions, battuto per ben due volte nella stagione regolare. Considerata la favorita visto l'esito dei due incontri in campionato, la formazione allenata da Francesco Fasanella ha forse subito la pressione dell'evento sportivo, ma nonostante questo ha dato vita ad un incontro equilibrato. Fatale alle cosentine il terzo parziale che ha ribaltato il risultato in favore della formazione ospite. Peccato per l'esito che dimostra come i play off siano delle partite a se. “La gara è stata esattamente così come ci aspettavamo – osserva il tecnico Francesco Fasanella - e come abbiamo avuto modo di prepararla. Sin dai primi secondi fino alla fine. Nel terzo tempo invece, alcuni episodi e delle disattenzioni difensive ci hanno fatto recuperare e perdere il vantaggio, oltre che andare sotto di due e poi nel quarto non siamo riusciti a rientrare. E' mancato Il coraggio, soprattutto nella fase offensiva. Il coraggio di osare, di rischiare. Tutto sommato, in difesa si può fare meglio ma potrebbe andare bene così, ciò che non ha funzionato è stato lo sviluppo di gioco difensivo. Ciononostante, ad ogni modo, c'è ancora da sperare per gara due che certamente sarà difficile. Noi andremo a giocare a Napoli, convinti che- con maggiore coraggio- possiamo provare a vincere e riportare tutto in ballo per gara tre”. Ma attenzione nulla è compromesso, perché la Cosenza Pallanuoto ha tutte le carte in regola per aggiudicarsi gara due, in programma Sabato 3 Giugno a Napoli. Il “sette” cosentino dovrà recuperare in fretta recuperare energie fisiche e mentali e nulla gli sarà precluso.